Matrimonio low cost: cominciamo dall’abito

matrimonio low costC’è crisi e organizzare un matrimonio richiede tempo e denaro, però con un po’ di pazienza si può fare tutto on-line risparmiando un bel po’.

Cominciamo proprio con l’abito da sposa, in giro ce ne sono di bellissimi, con internet, poi si possono visitare tutti gli atelier dei più grandi produttori d’Italia e del mondo standosene comodamente sdraiati sul divano di casa propria.

Navigando sui loro siti ci si perde, tra creazioni fantastiche, abiti da principessa, lustrini, strass e tessuti pregiati. Sognare fa bene ed immaginarsi in uno di quegli abiti può far felice qualsiasi donna, che almeno per un giorno potrà sentirsi come la protagonista di una delle più belle favole.

Ma come fare? I prezzi di quegli abiti sono completamente fuori dal tuo budget. Per fortuna c’è eBay e ci sono i siti dei distributori cinesi.
Qui si possono trovare delle imitazioni perfette a prezzi decisamente più convenienti, e poi, guardando le foto dei modelli, si direbbe che sono fatti proprio bene. Nessuno si accorgerà della provenienza ed anche tu potrai fare un figurone, spendendo meno della metà.

E poi, diciamoci la verità, la nonna se la cava piuttosto bene con ago e filo e se ci sarà da fare qualche modifica per adattare l’abito alle tue fantastiche curve, ci penserà lei e sarà anche meglio di un abito di Aimee. Poi se lo compri su eBay e lo paghi con PayPal c’è anche la protezione dalle frodi e puoi chiedere il rimborso, nel caso in cui qualcosa vada storto.

Sorridi, la vita è bella. Il mercato globale è bello.

Quindi che fai? Prendi le tue misure, decidi il modello, magari facendoti consigliare dalle tue amiche, quelle più strette, chiaramente. Quelle che ti conoscono da sempre e che hanno sempre saputo consigliarti.

E alla fine fai l’ordine. Non resta che aspettare il corriere. Sai già che la consegna avverrà tra 30-45 giorni, c’era scritto nella email di conferma dell’ordine che ti ha inviato il venditore. Peccato che dopo 45 giorni la protezione dalle frodi di PayPal non vale più ma tu non ci fai caso, non stai nella pelle, non vedi l’ora di indossare l’abito che ti renderà una principessa per un giorno.

Passano i giorni, passano velocemente ma l’abito non arriva ancora. Provi a contattare il venditore ma dovrai scrivere in inglese. Per fortuna c’è il traduttore automatico di google. Il venditore ti risponde che il pacco è stato spedito nei tempi previsti, devi solo aspettare la consegna.

Ormai sono passati quasi due mesi e sei furiosa, vuoi chiedere il rimborso della somma pagata ma ti accorgi che sono scaduti i termini. Passi un paio di giorni con la consapevolezza di essere stata truffata, sei inavvicinabile, te la prendi con chiunque, anche col tuo futuro marito che, inconsapevole di quello che è successo, sta cominciando a domandarsi se il matrimonio sia la scelta giusta o se è il caso di prendersi ancora un po’ di tempo.

Ma ecco che quando quasi non ci speravi più, arriva il corriere che consegna il pacco. Chissà perchè ti immaginavi uno scatolone più grande, ma fa niente, l’importante è che sia arrivato e che ora ti potrai rilassare ed attendere con calma il fatidico giorno.

Ti metti comoda, porti lo scatolone in sala, lo apri. Sei ancora euforica e non ti accorgi che c’è qualcosa di leggermente diverso da quello visto in foto. Si, il tessuto non sembra proprio un tessuto pregiato ma quando lo indosserai non se ne accorgerà nessuno, in fondo lo hai pagato proprio poco, alla faccia degli atelier italiani, col cavolo che vedranno i tuoi soldi!

Decidi di provarlo, hai paura di rovinarlo prima delle nozze e quindi chiami l’amica del cuore, quella che ti ha consigliato il modello. Lei ti darà volentieri una mano ad indossarlo. Sei ancora euforica, non vedi l’ora che arrivi quel giorno. Il giorno in cui potrai mostrarlo, orgogliosa del tuo acquisto, a tutti.

Ma già l’espressione della tua amica ha un ombra che non ti piace, l’hai già vista altre volte, ma ancora non la colleghi all’abito. Finalmente lo indossi, corri allo specchio e…
… ti crolla il mondo addosso.

L’abito fa schifo, è completamente diverso da quello in foto e poi ti fa sembrare più grassa di quanto tu non lo sia nella realtà. Ti senti svenire ma per fortuna, c’è la tua amica che ti sostiene e ti rincuora. Domani andrete a fare visita ad un atelier della tua zona che pare che abbia dei prezzi tutt’altro che esagerati.

Ti sembra una storia inverosimile? Sei convinta che nella realtà ciò non accada mai?
Ho una brutta notizia per te. Succede sempre più spesso. Facebook è pieno di pagine che raccolgono esperienze di questo tipo provenienti da ogni parte del mondo.

Gli acquisti online sono comodi e spesso convenienti ma ci sono cose che non si possono comprare su internet, soprattutto quelle veramente importanti, quelle che richiedono la consulenza di un esperto, di uno che ci mette la faccia e che sa che se non soddisfa pienamente le tue aspettative, sarà costretto a cambiare lavoro perchè tu lo dirai a tutte le tue amiche e loro alle loro amiche, innescando un passaparola negativo dal quale l’atelier non ne uscirà vivo.

Succede anche con la scelta del fotografo di matrimonio, spesso si guarda solo al prezzo, una rapida ricerca su google, un’occhiata veloce al sito, tanto le foto che ci sono non ti rappresentano, una mail e alla fine la conferma. E poi ti accorgi che le foto che ti consegnerà non sono quelle che avevi immaginato ma a quel punto è troppo tardi, il matrimonio non si potrà rifare.

Quello che dico alle coppie che incontro per mostrare i miei lavori è una considerazione banale, una cosa che avrebbero dovuto pensare da soli:

“la scelta del fotografo è molto importante, importante come l’abito, la location, il pranzo, forse anche di più, perchè le foto sono l’unica cosa che rimarrà di quel giorno. E sono l’unica cosa che durerà per sempre, che vi aiuterà a ricordare la promessa che vi siete fatti. Il servizio fotografico di matrimonio è un regalo che state facendo a voi stessi, l’unico che sceglierete voi. Fate in modo che non dobbiate pentirvene, mai.”

Di seguito pubblico alcune foto raccolte sulla pagina Facebook Knock Off Nightmares dove di questi esempi ne troverete a centinaia. Ringrazio anche l‘Huffington Post per avermi dato l’idea da approfondire.

 

A questo punto, se vuoi approfondire il discorso, ti invito a dare un’occhiata alle offerte che ho preparato per te quest’anno. E soprattutto, ti invito a guardare bene la galleria per verificare che il mio stile soddisfi le tue aspettative e se proprio ti ho convinta, contattami per un appuntamento, dopo aver chiacchierato un po’ con te e con il tuo futuro sposo, saprò consigliarti il servizio fotografico di matrimonio che più sarà adatto alla vostra coppia.

 

Non è questione di prezzo, è solo questione di foto, perchè una volta stabilito in che modo trattare il tuo servizio fotografico potrai scegliere tra decine di pacchetti anche personalizzati  adatti a tutte le tasche, anche alle tue.

 

matrimonio low costmatrimonio low costmatrimonio low costmatrimonio low costmatrimonio low costmatrimonio low cost

Se anche tu hai avuto un esperienza simile lascia la tua testimonianza qui sotto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.